L’ASSURDITA’ DEI PIENI

Il mio labirinto vacilla

Ingombrato d’eccesso

E salgo sulla scala appoggiata alla luna

Lascio i sacchi uno alla volta cadere

si sfogliano nel vuoto

C’è un vuoto che macina

L’assurdità dei pieni

L’armadio pullula di storie

mi cade addosso come una sventura

e voci e sfiori di spalle

e non si può vivere d’altri nelle cose

dentro al mio corpo

dentro il rotolare del mondo

le notizie

lascio i sacchi cadere

solo la pioggia tengo, mi accompagna

mi lava dai vestiti

mi toglie e riempie

Resto nella nudità

Che sola è.

4-4-19

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...