SCESI DA ME

Scesi gradualmente dalla mia impalcatura

Svolgendo turbante e mantello e stracci

Drappi di costato legnoso rosa e ocra pesanti

turchese e oro

Iniziai addossata alle pareti a gironzolare

fiori d’ortensia e dintorni

arbusti d’incertezza

Come in un giardino con siepi e ligustri

Trovai sentieri minori, una ragnatela di passati

capillari da tastare a piedi nudi

e moderne aperture, piccoli chiostri

pensieri in albore, proprio miraggi

Proprio. Quelle parti di sé tra l’antico e il futuro

Se c’è

Poi ritrovai qualcosa di già visto

un riprendere da dove avevo lasciato

Come fosse casa mia dove sciacquo due tazzine

E una commozione lieve

Quasi a tornare dove si era nati

e trovare una sgualcitura d’infanzia.

10-7-19

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...