STRAPPATO UN FILO

 

images.jpg

 

Mi hai inviato le foto

Le terre dei Navajo i cactus le costruzioni messicane

 

Un salto fuori da questo mondo

 

In un attimo un ago alle tempie

Strappato un filo

La palude mi arriva al mento

 

brillano candidi i capelli

poltrona a dondolo in veranda

il tramonto senza appiglio

l’astratta figura sembra sulle acque

il presente tradito

 

i figli corrono nei tempi

Fanno il giro del mondo

E tu resti qui in arresto temporale

 

Sarà per sfuggire all’odore di vecchia

E per non guardarmi più allo specchio

Che mi convincerò di fusoliere e vuoti d’aria

E m’infilerò anch‘io in un tempo davanti

A conquistare un grappolo d’ uva bianca?

16-8-20

 

8 pensieri su “STRAPPATO UN FILO

  1. Pingback: Carta Carbone: “Strappato Un Filo” di Nadia Alberici | Le Mie Cose

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...