EPPURE DIMENTICO

Chi è venuto a prendermi ora

Ha le spalle bruciate

E un corpo vecchio di fata

.

Ho debole fiato e occhi come lumache

Questi sogni si protraggono nei primi aliti di luce

E m’incrostano

.

Uno ha l’oro colato in bocca

E vomita sui prati

Ed io sto cercando sotto la cenere

Qualche petalo dei miei fiori antichi

.

Eppure viaggio in parallelo e dimentico

Ogni sera mi vesto con cresta di gallo e coda di cane.

29-4-22

influenze da unpiccolo laboratorio teatrale di trasformazione che frequento….

15 pensieri su “EPPURE DIMENTICO

  1. Pingback: [Reblog] EPPURE DIMENTICO – Marco Delrio

  2. A quanto pare le tue nuove lezioni di teatro hanno avuto gli effetti migliori. I tuoi versi distillano i modi squisiti di vedere la vita attraverso i tuoi enormi occhi poetici. Buono per la tua ispirazione ingrandita. Buon fine settimana Nadia.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...